progettazione poligoni di tiro

Progettazione e Realizzazione poligoni di tiro

Da molti anni Nuova Elettrica realizza e/o fornisce consulenze sulla realizzazione di impianti tecnologici per le sedi operative ed amministrative di Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Esercito Italiano e Forze Armate Statunitensi (U.S. Air Force).

Le forti competenze acquisite, la creatività che da sempre ci contraddistingue, la soddisfazione di risolvere i problemi dei clienti anche vincendo sfide considerate impossibili, hanno nel tempo trasformato la nostra azienda: la ricerca di soluzioni innovative è diventata parte integrante del nostro modus operandi, la progettazione ha occupato spazi sempre più ampi e i nuovi prodotti conquistato la fiducia dei clienti, in modo particolare nel settore dei poligoni di tiro indoor.

Poligoni indoor

I poligoni indoor devono avere particolari misure di protezione della struttura, sistemi di ventilazione per evitare lo stazionamento dei gas esausti e delle micro particelle di piombo (causa di malattie professionali).

La costruzione di un poligono di tiro include, oltre alla realizzazione della struttura edile e delle relative protezioni, anche la realizzazione della galleria di tiro, della stazione di tiro e dell’area parapalle.

Il nostro servizio di progettazione e realizzazione di poligoni di tiro prevede:

  1. lo studio di fattibilità per la realizzazione di sistemi parapalle conformi alla direttiva tecnicaD.T./P1 e D.T./P2 ed. 2005
  2. l’analisi preliminare per la realizzazione del nuovo impianto
  3. l’automazione generale del poligono di tiro:
    • automazione generale movimentazione sagome(distanza e posizione)
    • realizzazione del parapalle
    • sviluppo dei sinottici (touch screen) per la cabina del direttore del poligono
    • installazione dell’aspirazione centralizzata
    • sistema di illuminazione dimmerabile a basso consumo illuminazione LED
    • posa del materiale fonoassorbente

Gli innovativi sistemi parapalle

La fase più importante e delicata in tale processo è la realizzazione del sistema di arresto del proiettile: il parapalle.

I tipi di parapalle più comuni attualmente in uso sono:

  • Parapalle metallico: costituito da lamiere in acciaio balistico, opportunamente inclinate per convogliare le pallottole nella parte posteriore dello stesso, dove sono raccolte. Nell’impatto con le pareti le pallottole si frantumano con conseguente sublimazione del piombo che provoca l’inquinamento dell’ambiente, causa a volte di una grave malattia professionale (saturnismo) per gli operatori e gli utilizzatori.
  • Parapalle ad assorbimento con massa frenante costituita da materiale elastometrico. Questo parapalle elimina in parte il problema della sublimazione del piombo, ma la quantità di materiale frenante necessaria per fermare completamente un proiettile è notevole e l’energia necessaria al funzionamento alta. Inoltre il materiale elastomerico deve essere integrato periodicamente con alti costi di smaltimento.
  • Parapalle con setti abbattitori di energia in materiali plastici e una massa frenante costituita da granuli termoplastici pressati. Questo parapalle elimina il problema della sublimazione del piombo, ma il materiale termoplastico e i pannelli di contenimento devono essere sostituiti frequentemente con alti costi di smaltimento.

Nuova Elettrica, per innovare la propria offerta e il servizio alla clientela, ha sviluppato un’innovativa soluzione di parapalle metallico.
Le caratteristiche fondamentali sono:

  • la riduzione delle particelle di piombo
  • una durata doppia
  • la diminuzione dei costi di realizzazione e manutenzione

Il Parapalle targato Nuova Elettrica è in grado di garantire numerosi vantaggi rispetto a quelli oggi comunemente impiegati nei poligoni:

  • ambiente più sano, minori rischi per gli utilizzatori e gli operatori;
  • drastica riduzione dei materiali inquinati da smaltire, quindi riduzione dei costi di esercizio;
  • tempi di manutenzione minori, quindi aumento dei tempi di fruibilità del poligono;
  • vita utile del parapalle molto superiore;
  • facilità nel recupero dei materiali (piombo, ottone, ecc.), quindi possibilità di riciclo.